sabato 2 aprile 2011

la vostra mentalita avere coltelli in tasca


Arrestato capo ultrà del Milan
Armi e esplosivi in macchina

Marco Righetto, 35 anni, è il leader del gruppo Commandos Tigre. In auto aveva un ordigno artigianale dall'alto potenziale esplosivo, 4 coltelli, una mazza da baseball e dello spray urticante

La curva del Milan. Ansa
La curva del Milan. Ansa
MILANO, 2 aprile 2011 - Gli agenti della Digos hanno arrestato allo Stadio Meazza Marco Righetto, 35enne capo del gruppo Commandos Tigre. Nella sua auto le forze dell'ordine hanno trovato un ordigno artigianale, definito "dal potenziale micidiale", quattro coltelli, una mazza da baseball e una bomboletta di spray urticante. Righetto è stato arrestato per detenzione di materiale esplosivo e violazione della legge sulle armi.
IL CONTROLLO — L'arresto è stato eseguito durante i controlli ordinari che la Questura svolge sul materiale che i gruppi organizzati portano all'interno dello stadio per le coreografie. I tifosi sono arrivati allo stadio dopo il raduno di questa mattina a Milanello, con cui hanno voluto incoraggiare il Milan in vista del derby, per il quale hanno preparato una coreografia "frutto di 5 mesi di lavoro".
LA TESI DIFENSIVA — "Non posso pronunciarmi sulla pericolosità dell'ordigno, ma per quanto riguarda gli altri oggetti può esserserli dimenticati e non servivano certo per azioni violente". Così Giovanni Ambrami, avvocato di Righetto, sull'arresto del capo del Commandos Tigre, che non ha precedenti penali e nemmeno provvedimenti di esclusione dagli stadi. Secondo le prime ricostruzioni dei 4 coltelli rinvenuti in auto uno sarebbe da cucina e l'altro da pesca. La mazza da baseball sarebbe di 40 centimetri, quindi non una di quelle da usare durante il gioco.
 "Non c'è alcuna intenzione di provocare scontri né di alzare la tensione. A Milano sono anni che non succede niente"
SORPRESA — Solidarietà a Righetto è arrivata da Giancarlo Capelli, il Barone, leader storico della curva del Milan: "Mi ha sorpreso molto, non so perché ha fatto una stupidaggine del genere, lui è sempre stato uno tranquillo. Ma non è uno dei capi, è solo un ultrà con tanti anni di militanza nei Commandos Tigre. Non c'è alcuna intenzione da parte di nessuno di provocare scontri né di alzare la tensione. Milano ha sempre dato un buon esempio: sono anni che non succede nulla e anche questa volta ci sarà un tifo bello e civile. Non alziamo il livello della tensione, basta quella sportiva. Non capisco come Righetto abbia potuto commettere un'ingenuità del genere. Poi nella vita puoi aspettarti di tutto ma davvero non capisco perchè uno della sua esperienza abbia fatto una sciocchezza del genere andando a rovinarsi la vita".

Nessun commento:

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI