lunedì 3 marzo 2008

TONINO CURRO'


17 giugno 2001 - Stadio Celeste: Durante la finale playoff C1 Messina-Catania, valida per la promozione in Serie B, una bomba-carta lanciata dai tifosi catanesi verso la curva Nord uccise Antonino Currò, un giovane ultras dei Testi Fracidi, in seguito ad una lenta agonia.La ferita è ancora aperta a Messina, nessuno di noi può dimenticare un ragazzo la cui vita è stata strappata così, in un attimo, per un gesto folle... un ragazzo che aveva la sola colpa di amare troppo la propria squadra... e ogni domenica la Curva si stringe nel suo ricordo...Il tempo non attenua il rimpianto, nè il disdegno per come la vicenda sia stata presto gettata nel dimenticatoio: il/gli responsabile/i dell'accaduto non è mai stato identificato, e il giudice per le indagini preliminari ha archiviato il procedimento penale controignoti... Non ci sarà mai nessun colpevole per la morte di Tonino, anzi... ne resteranno troppi...Ma io spero davvero che un giorno i catanesi assassini possano finalmente pagare per le loro colpe... perchè la morte di questo ragazzo non può restare soltanto una notizia di cronaca nera...
p.p stiamo aspettando ancora il colpevole !

1 commento:

Anonimo ha detto...

Bada a come parli prima di dire "Catanesi assassini", non fare la stupidata di fare di tutta l'erba un fascio...a Catania non ci sono solo teppisti ma anche gente onesta che va a tifare la propria squadra...

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI