giovedì 10 novembre 2011

TESSERA DEL TIFOSO, REVOCA IN CASO DI VIOLAZIONE DEL CODICE ETICO

TESSERA DEL TIFOSO, REVOCA IN CASO DI VIOLAZIONE DEL CODICE ETICO
La Tessera del Tifoso, secondo quanto comunicato oggi dall’Osservatorio sulle manifestazioni sportive del Viminale potrà essere revocata a chi “disattende i valori del codice etico che si sottoscrive alla richiesta della card”. La decisione è stata presa dopo un incontro tra i responsabili del Viminale, il presidente della Lega B, Abodi, il direttore generale, Bedin, il presidente del Verona, Martinelli e il segretario generale della Nocerina, Iodice.
Il “codice etico” è un documento che dovrebbe trovarsi allegato al modulo di compilazione della Tessera del Tifoso. In realtà nessuno sa bene cosa sia, nè cosa preveda di preciso.
A me sembra tanto una sorta di “Articolo 9″ messo sotto un’altra forma: prima ti penalizzavano se ricevevi un Daspo o una condanna non definitiva, oggi basta che un agente qualsiasi segnali alla società che tu hai disatteso i valori del codice etico (perchè un codice etico non lo propongono per i dirigenti calcistici, visti i continui scandali in cui si trova a sprofondare il nostro calcio?), magari sempre per il famoso discorso che GLI STAI SUI COGLIONI, e niente più tessera del tifoso.
La ghenga di Maroni non si smentisce mai: quando sembra che stiano per concedere qualcosa, subito con l’altra mano ti tolgono qualcos’altro…
Credo sia più che mai utile un rifiuto generale dei presidenti a continuare col programma “tessera del tifoso”. Vogliono gli stadi vuoti? Diamogli gli stadi vuoti! E ricordiamoci sempre che noi senza di loro possiamo vivere benissimo, loro senza di noi no…

Nessun commento:

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI