venerdì 25 aprile 2008

La Janara.


Avete mai sentito parlare della Janara?
Durante le fredde e nebbiose notti autunnali, una vecchia strega decrepita si aggira minacciosa e silenziosa nei paesini di campagna e di montagna vicino ai boschi di noci e di noccioli (ma pare che adori anche le città) e cerca di entrare nelle case passando dal portone principale: da sempre la porta è intesa come il "limite", il passaggio tra il mondo dei vivi e l'aldilà. (ianua in latino significa proprio porta).La Janara entra in casa e ne sconvolge la tranquillità lasciando la sua aurea di maligno su ogni cosa e.L'unico modo per evitare che una Janara entri in casa è mettere un sacco di sale grosso o una scopa di bambù o midollino (o vimini o di legno) appena dietro alla porta: la strega sarà obbligata a contare tutti i fili della scopa o tutti i granelli di sale...fino al mattino...quando finalmente la luce la farà scomparire.

Nessun commento:

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI

FIERI DELLE NOSTRE ORIGINI